image_1170x850

UNO SPAZIO DEDICATO AGLI ADOLESCENTI

Dalla parte degli adolescenti e di chi ama gli adolescenti

LA SCUOLA

Quanto è importante la scuola? Anche per i ragazzi che snobbano la scuola, la sfidano o la ignorano rimane un punto di riferimento importante per la costruzione del proprio sé.

OLTRE LA SCUOLA: I LABORATORI

Perché proporre ad un ragazzo in crisi un laboratorio? Semplice, perché il laboratorio offre la possibilità di recuperare le parti di sé che funzionano per ricostruire un immagine di sé capace.

LA FAMIGLIA

Quanto è difficile per un genitore vedere un figlio soffrire e non riconoscere più il bambino che era prima?! L’adolescenza è un momento di passaggio anche per il genitore. E i momenti di passaggio sono sempre faticosi e dolorosi per tutti.

Cosa fa la scuola?
Cosa succede a scuola?
A cosa serve la scuola?

Tutti pontificano sulla scuola.
Qui la visione di chi la scuola l’ha vissuta da studente, da insegnante, da dirigente e…da psicologa

Cosa fa la scuola?
Cosa succede a scuola?
A cosa serve la scuola?

Tutti pontificano sulla scuola.
Qui la visione di chi la scuola l’ha vissuta da studente, da insegnante, da dirigente e…da psicologa

Cosa fa la scuola?
Cosa succede a scuola?
A cosa serve la scuola?
Tutti pontificano sulla scuola.

Qui la visione di chi la scuola l’ha vissuta da studente, da insegnante, da dirigente e…da psicologa

Un laboratorio può cambiare la direzione della tua vita?
Certo, ma a certe condizioni.

  • devi scegliere tu il laboratorio che senti essere nelle tue corde 
  • l’adulto di riferimento del laboratorio deve essere competente
  • deve essere un’esperienza che ha una durata significativa
  • l’esperienza del laboratorio deve farti sentire capace e autonomo
  • la finalità dei laboratori del fare e creativi deve essere un prodotto culturale presentato al territorio

Un laboratorio deve accompagnarti con discrezione nel tuo percorso di crescita.

Un laboratorio può cambiare la direzione della tua vita?
Certo, ma a certe condizioni.

  • devi scegliere tu il laboratorio che senti essere nelle tue corde
  • l’adulto di riferimento del laboratorio deve essere competente
  • deve essere un’esperienza che ha una durata significativa
  • l’esperienza del laboratorio deve farti sentire capace e autonomo
  • la finalità dei laboratori del fare e creativi deve essere un prodotto culturale presentato al territorio

Un laboratorio deve accompagnarti con discrezione nel tuo percorso di crescita.

Un laboratorio può cambiare la direzione della tua vita? Certo, ma a certe condizioni.

  • devi scegliere tu il laboratorio che senti essere nelle tue corde
  • l’adulto di riferimento del laboratorio deve essere competente
  • deve essere un’esperienza che ha una durata significativa
  • l’esperienza del laboratorio deve farti sentire capace e autonomo
  • la finalità dei laboratori del fare e creativi deve essere un prodotto culturale presentato al territorio

Un laboratorio deve accompagnarti con delicatezza nel tuo percorso di crescita.

E’ difficile fare il genitore ad un figlio adolescente.
E’ difficile trovare la giusta distanza tra il controllo e lasciar sperimentare.
E’ difficile comprendere i suoi sbalzi d’umore, l’irascibilità, l’impulsività.
E’ difficile comunicare con i suoi silenzi, con le sue risposte a monosillabi.
Tutto è più semplice se le fatiche sono condivise.

E’ difficile fare il genitore ad un figlio adolescente.
E’ difficile trovare la giusta distanza tra il controllo e lasciar sperimentare.
E’ difficile comprendere i suoi sbalzi d’umore, l’irascibilità, l’impulsività.
E’ difficile comunicare con i suoi silenzi, con le sue risposte a monosillabi.
Tutto è più semplice se le fatiche sono condivise.

E’ difficile fare il genitore ad un figlio adolescente.
E’ difficile trovare la giusta distanza tra il controllo e lasciar sperimentare.
E’ difficile comprendere i suoi sbalzi d’umore, l’irascibilità, l’impulsività.
E’ difficile comunicare con i suoi silenzi, con le sue risposte a monosillabi.
Tutto è più semplice se le fatiche sono condivise.

Ho lavorato tutta la vita nella scuola in vari ruoli, prima da insegnante di scuola primaria, poi da dirigente scolastica di direzioni didattiche e comprensivi. Non ho mai smesso di formarmi, frequentando corsi di specializzazione, master…ed ora svolgo la libera professione di psicologa. Poter integrare la conoscenza teorica con l’esperienza su un campo così ricco di relazioni come la scuola è un privilegio che rende più matura la competenza.